Cosa non fare mai quando sei alle prese con un preservativo

Ci hai mai pensato a cosa può fare un preservativo? Così piccolo eppure con così grandi responsabilità. Ma se non viene adoperato nel modo corretto, non è possibile godere di nessuno dei vantaggi che da esso derivano.

Ci sono almeno 10 azioni da non compiere quando hai un preservativo tra le mani, quindi prima, durante o dopo il rapporto sessuale. Scopriamo quali sono.

cosa non fare con un profilattico

  • Non usare il profilattico oltre la data di scadenza. Lo ripetiamo all’infinito ma non è mai abbastanza: il preservativo non va utilizzato se la data di scadenza è già bella che andata! Mangeresti mai un cibo avariato? No, affatto. E allora anche i preservativi vanno trattati allo stesso modo: un condom scaduto può essere secco, o al contrario il lubrificante può aver creato dei grumi ed il lattice potrebbe aver perso la sua elasticità.
  • Non metterlo a ridosso dell’eiaculazione. Il preservativo va indossato prima di iniziare la penetrazione. Molti, ancora moltissimi invece, lo indossano quando già hanno penetrato il partner o quando stanno addirittura per eiaculare. Sbagliato! Potrebbe essere già troppo tardi: se una piccolissima quantità di spermatozoi è già fuoriuscita dal pene (liquido pre-eiaculatorio), potrebbe provocare una gravidanza non desiderata. Ricorda, inoltre, che il preservativo è un contraccettivo di barriera: l’unico che ti protegge anche dalla trasmissione delle malattie sessuali.
  • Non usare il preservativo se è danneggiato. Sembrerà banale questa comunicazione, ma non lo è. Prima di mettere il preservativo è sempre bene assicurarsi che non vi siano lacerazioni o che non si compiano azioni che possano portare alla lacerazione. Non aprire l’involucro con denti o oggetti appuntiti o affilati. Controlla sempre il foil e anche il profilattico stesso prima di indossarlo: il 75% delle persone non controlla affatto.
  • Non riporlo in posti strani. Anche la tasca posteriore del tuo jeans preferito non è l’ideale per conservare un profilattico; infatti, lo sfregamento con il tessuto o il sedertici su, può rovinare la trama del tuo condom. Occhio anche se a conservarlo è la donna: non va inserito nello stesso beauty in cui ci sono pinzetta per sopracciglia, forbici ed altri aggeggi affilati. Se, invece, è proprio quello il tuo posticino segreto, allora faresti bene a gettare via quei profilattici ed usarne di nuovi.
  • Non avere fretta nell’indossarlo. La calma è la virtù dei forti, prenditi il tuo tempo anche per indossare il preservativo. Tutti i profilattici hanno il serbatoio, ecco, questo va schiacciato tra indice e pollice per permettere la fuoriuscita dell’aria che – se non espulsa preventivamente – può provocare una pressione al momento dell’eiaculazione con conseguente fuoriuscita dello sperma. No good!
  • Non usare vaselina o lubrificanti a base oleosa. La gran parte dei preservativi è realizzata in lattice: ti consigliamo di non adoperare dei lubrificanti con una composizione oleosa in quanto l’olio può favorire la lacerazione del lattice. Utilizza, piuttosto, lubrificanti a base acquosa o siliconica.
  • Non riutilizzare il profilattico. Questo è tra i comandamenti più importanti. Qualcuno potrebbe rabbrividire all’idea di riutilizzare un profilattico, ma è bene sempre precisare quanto sia importante non compiere assolutamente questa azione. E ci riferiamo anche ad un preservativo che hai provato ad indossare, sbagliando. Gettalo via e prendine uno nuovo. Online, su siti come kondom.it ad esempio, trovi profilattici a prezzi imbattibili: perchè rischiare?
  • Non stazionare a lungo con il preservativo indossato. A fine rapporto, quando hai raggiunto il massimo del piacere ed hai eiaculato, non restare con il pene incappucciato in vagina troppo a lungo. Infatti, dopo pochi minuti dall’eiaculazione, il pene tende a ritrarsi, rimpicciolendosi. Il profilattico, di conseguenza, perde la sua aderenza e può sfilarsi.
  • Non indossare un condom o troppo piccolo o troppo grande. La taglia del preservativo è un dato da considerare, sempre. Quindi apprestati a scegliere sempre e solo profilattici che ti calzino a pennello: nè aderenti al punto di non farti respirare, nè un pò larghi, che tendono a sfilarsi e fare pieghe. In medio stat virtus.
  • Non gettare il preservativo usato dove ti capita. Abbiamo dedicato un apposito articolo allo smaltimento dei profilattici. Una volta usato, il preservativo non va lasciato ovunque ma annodato e smaltito nell’indifferenziata. Vietato buttare condom in strada, nel wc, nell’umido.

Commenti