Street art e prevenzione: l’artista che usa il preservativo

La street art dovrebbe abbellire una città, rendendola unica e, soprattutto, comunicando messaggi positivi ed utili. Quando, però, le immagini che vengono disegnate sui muri sono solo un modo per imbrattare e avvilire l’urbanistica allora non ci siamo. Ed è in questo panorama, che vorrebbe una città come Londra deturpata dagli atti vandalici di qualcuno, che si inserisce l’opera non solo artistica ma educativa di un giovane artista.

Lui ha 28 anni, è un artista ed attivista di cui non si conosce l’identità. Un pò come il famosissimo Banksy, esponente della street art contemporanea oltre che fenomeno culturale.
La sua mission è diffondere e comunicare l’importanza del preservativo nei rapporti sessuali. Come? Mettendo un preservativo su ogni pene disegnato sui muri di Londra!

profilattico su ogni pene disegnato
Originale e d’impatto: grazie ad uno stencil, l’artista sconosciuto dà una lezione di educazione sessuale e non solo.
Può essere considerato un eroe della prevenzione: le sue tele sono i muri della città ed il suo slogan è “Stay Protected”. La sua azione si inscrive in un quadro più ampio che è quello del progetto inglese Protect City Cocks, noto su instagram come pagina di raccolta dei suoi interventi ed una sua rassegna stampa.
Ogni stencil riporta anche il nome di un sito, shine.ahs.uk, con sede operativa ad est di Londra (Newham). Questo sito garantisce un servizio di ascolto e salute sessuale per tutti i giovani e distribuisce gratuitamente profilattici.
Nel 2015 – stando ai dati raccolti e forniti dal servizio pubblico di salute inglese – si sono verificati molti casi di Malattie a Trasmissione Sessuale per un totale di 434,456 diagnosi.
Nello specifico la clamidia ha colpito il 62% dei giovani tra i 15 ed i 24 anni, le verruche ai genitali il 51% e la gonorrea il 52%.

In un’intervista a BuzzFedd il giovane artista ha dichiarato: “Spero che questo possa avere un impatto positivo e che possa convincere molte più persone ad usare il preservativo e ad evitare il rischio di trasmissione di malattie”.
Siate intelligenti, proteggetevi!

Commenti