Preservativo femminile: 5 valide ragioni per usarlo!

La donna è sempre più indipendente ed autonoma, sa ciò che vuole e non vuole nella propria vita e raggiunge i suoi obiettivi.

Quindi, perchè quando si parla di sesso e protezione deve attendere che sia il partner (fisso o momentaneo) a preoccuparsi di procurarsi/usare il preservativo? Eppure la questione malattie a trasmissione sessuale e gravidanze indesiderate coinvolge entrambi.
La soluzione c’è e si chiama preservativo femminile: in questo modo anche la parità tra i sessi si porta di un ulteriore passo in avanti.

ci sono molti validi motivi per usare il preservativo femminile

Com’è fatto il preservativo femminile e come si indossa

Il profilattico femminile è una guaina realizzata in poliuretano solitamente, ha dimensioni di poco più grandi ai classici condom maschili e possiede due anelli: uno, interno, va spinto in alto così da posizionarlo dietro l’osso pubico; l’altro, quello all’estremità esterna, rimane fuori appunto a copertura della vulva e ad indicare al pene la giusta via d’ingresso.

A rapporto ultimato, basta sfilarlo effettuando una leggere rotazione dell’anello esterno per evitare la fuoriuscita dello sperma.
Non siete curiose di saperne di più?

Ecco le 5 ragioni per usare il preservativo femminile

 

  • Protegge da malattie sessualmente trasmissibili e da gravidanze
    Anche durante il sesso orale! Sì, questo condom impedisce il contatto diretto tra gli organi genitali femminili e maschili per cui anche i fluidi non avranno modo di confondersi. È una vera e propria barriera (come il preservativo maschile), ma fa anche molto di più: come abbiamo già detto, la parte esterna copre la vulva lasciandovi liberi di sperimentare un cunnilingus senza temere di trasmettere – o farvi trasmettere – infezioni.

  • Non limita e interrompe i preliminari
    Con un profilattico classico è necessario che lui raggiunga l’erezione, cosa che avviene quando si è già da un po coinvolti in coccole e sfioramenti. Interrompere l’atmosfera per indossare il preservativo non è affatto bello, oltre a spezzare l’incantesimo del momento sul più bello vero?
    Il preservativo femminile, al contrario, può essere indossato anche diverse ore prima del rapporto sessuale così potrete “mangiarvi” di baci senza correre a prendere il condom dal comodino.

  • È resistente ed ipoallergenico
    Non è un caso che questo condom sia realizzato in materiali diversi dal lattice: molte donne e uomini sono allergici al lattice, con questo profilattico chiunque può stare sereno. È resistente e ipoallergenico,  per permettere a tutti – proprio tutti – di godere di rapporti, anche spinti, senza timore di allergie o rotture.

  • Resta al suo posto, lì dove l’avete messo
    Inserito correttamente in vagina, questo preservativo (proprio grazie all’anello interno) si andrà ad ancorare dietro l’osso pubico: potrete passeggiare, fare sport, intrecciarvi nelle più complesse posizioni del kamasutra e lui sarà li, immobile.
    Inoltre, dopo il rapporto sessuale, il partner non dovrà fuggire fuori rapidamente poichè la tenuta del preservativo femminile non è legata all’erezione maschile.

  • È femminista
    Un aspetto che rende ancora più interessante ed affascinante il preservativo femminile è che è l’unico contraccettivo di barriera gestito completamente dalla donna.
    Con pillole, cerotti e spirali possiamo impedire gravidanze indesiderate ma prima dell’invenzione del preservativo femminile, per tutelarci dalla trasmissione di malattie sessuali poteva pensarci solo il partner maschile, indossando appunto il profilattico.
    Con il condom femminile la donna non è più lì, passiva, in attesa del principe che la salvi dai pericoli del mondo esterno. Ciascuna donna potrà, consapevolmente ed autonomamente, dedicarsi alla propria vita sessuale come, quando e con chi vuole.